La sfida editoriale di Reality Book si può sintetizzare nell'idea di "emozione del reale". Secondo noi, niente è più suggestivo della realtà e la cosa più corretta da fare è dialogare con il lettore presentandogli dati veri e raccontandogli cose vere. Sarà lui a mettere assieme i nostri materiali e le sue idee e a farne l'uso che vorrà.

copertina

Marco Pannella

Autore/i Laura Arconti
ISBN " id="9788895284712
Anno di pubblicazione 2017
Pagine 454
Formato 14 x 21
Prezzo € 12,00
Collana Reference

acquista questo libro

Quarta di copertina
Si tratta degli atti del convegno “I radicali e la nonviolenza: un metodo una speranza” (29-30 aprile 1988), accompagnati da qualche articolo, intervista, trascrizione di interventi di Marco Pannella. L’idea di ripubblicare nasce durante la prima assemblea del Partito Radicale tenuta dopo la morte di Pannella (23-24 aprile 2016). Una idea già presa in considerazione altre volte. Una delle ultime dopo la puntata del giugno 2015 della trasmissione Visionari condotta da Corrado Augias, in onda su Rai3, nella quale si parlava di Gandhi e della nonviolenza, anche politica, anche in Italia. Augias e i suoi ospiti riuscirono a completare la trasmissione senza pronunciare il nome di Marco Pannella. "Non abbiamo pretese di storici, che non siamo; di giornalisti, che non siamo; di politologi, che non siamo; di intellettuali, che nemmeno quello siamo; ma abbiamo la forza di militanti che in quelle radici affondano la propria formazione, il proprio senso di responsabilità, il proprio continuo tentare di essere speranza. Non è un insieme di scritti organici; probabilmente, anzi certamente, ve ne sono altri che avrebbero potuto, se non dovuto essere presenti ed altri di cui si sarebbe potuto fare a meno; sicuramente sarebbe stata utile una maggiore contestualizzazione, Il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito, che è sempre lo stesso da sessant’anni, oggi è impegnato in una campagna che è la somma di una storia di cui lo stesso Partito Radicale concepito da Marco Pannella è solo uno dei passaggi storici, probabilmente premessa di impegno per tempi futuri. La campagna in corso perché lo Stato italiano promuova alle Nazioni Unite una politica volta alla transizione universale verso lo Stato di diritto democratico-federalista-laico a cominciare dai paesi a “democrazia reale” (che tradiscono la democrazia esattamente come i paesi a socialismo reale tradirono il socialismo) non è ripresa in alcuno dei testi qui riportati: questa è la prova del fatto che il Partito Radicale è frutto di una elaborazione costante fondata sulla teoria della prassi e non su una ideologia sempre uguale (e fine) a se stessa” (dalla 'Nota preliminare' dei curatori).

Autore/i
Laura Arconti − (1925), assidua ai Convegni degli Amici del Mondo negli anni 60, militante del Partito Radicale dai tempi della battaglia per il divorzio.

Maurizio Turco − (1960), militante del Partito Radicale dalle lotte degli anni ottanta contro lo sterminio per fame, sete e guerre nel mondo, è da molti anni tesoriere del Partito.

Note
Sottotitolo: "il Partito Radicale, la nonviolenza".
Oltre agli atti del convegno sono stati selezionati molti contributi di Marco Pannella che vanno dal 1968 al 1993, strettamente connessi al concepimento, allo sviluppo e alla crescita dell’identità nonviolenta, transnazionale, transpartita del Partito Radicale.
Strumenti di conoscenza sono, indubbiamente, i documenti scritti da Marco Pannella e adottati dai Congressi del Partito Radicale, come il Preambolo allo Statuto (marzo 1980) e il Manifesto Appello contro lo sterminio per fame sete e guerre nel mondo (giugno 1981) sottoscritto da oltre 120 Premi Nobel, che fungono da premessa al volume. Così come tre mozioni dei congressi del Partito Radicale che hanno segnato, e continueranno a segnare il percorso di un Partito nonviolento, transnazionale e transpartito, quel Partito Radicale che Pannella ha concepito e costruito quale bene comune di coloro che intendono spartire il pane della conoscenza.

Ricerca