La sfida editoriale di Reality Book si può sintetizzare nell'idea di "emozione del reale". Secondo noi, niente è più suggestivo della realtà e la cosa più corretta da fare è dialogare con il lettore presentandogli dati veri e raccontandogli cose vere. Sarà lui a mettere assieme i nostri materiali e le sue idee e a farne l'uso che vorrà.

copertina

La pena di morte nel mondo. Rapporto 2014

Autore/i Nessuno Tocchi Caino
ISBN 978-88-95284-43-9
Anno di pubblicazione 2014
Pagine 360
Formato 15 x 21
Prezzo € 18,00
Collana Reference

acquista questo libro

Quarta di copertina
Il Rapporto 2014 di Nessuno tocchi Caino, curato da Sergio D’Elia e giunto alla quattordicesima edizione, fotografa i fatti più importanti relativi alla pena di morte avvenuti nel mondo nel corso del 2013 e nei primi sei mesi del 2014. Si conferma l’evoluzione positiva verso l’abolizione in atto nel mondo da oltre quindici anni: i Paesi mantenitori della pena di morte sono scesi a 37 rispetto ai 40 del 2012. Il lieve aumento delle esecuzioni nel 2013 rispetto al 2012 si giustifica con l’aumento registrato in Iran e in Iraq che, insieme alla Cina, salgono sul poco invidiabile podio dei primi tre Paesi-boia nel mondo. Impiccagione e fucilazione sono i metodi preferiti di esecuzione, ma non sono rari i casi di decapitazione e lapidazione dei condannati a morte secondo la legge arcaica della Sharia, mentre la “civilissima” e moderna iniezione letale ha mostrato la sua vera faccia, molto simile a una forma di tortura, come hanno mostrato i fatti recenti avvenuti negli USA. Nella sua Prefazione, il Presidente della Repubblica del Benin, Boni Yayi, spiega le ragioni che hanno portato il suo Paese ad abolire la pena di morte in un continente come quello africano che sempre più mostra di volersi affrancare dal retaggio coloniale di forche e plotoni di esecuzione. Nella sua Introduzione, Elisabetta Zamparutti, punta il dito sul Segreto di Stato che sempre più connota la pratica della pena capitale in Paesi considerati “democratici”, come Giappone, India, Indonesia, Taiwan e gli stessi Stati Uniti. Nella sua Esegesi del famoso passo della Genesi, Padre Guido Bertagna rilegge la storia millenaria di Caino e Abele in una chiave – di estrema attualità – che supera l’idea di una giustizia “divina” persecutoria e punitiva. Infine, la storia di un’esecuzione in Florida, raccontata da Ben Crair, disvela la cruda realtà dell’iniezione letale in America e distrugge il mito che l’avvolge, quello di un modo civile, più umano e indolore, di giustiziare i condannati a morte. I fatti e i numeri contenuti nel Rapporto 2014 ne fanno lo strumento indispensabile per chi vuole, non solo conoscere una realtà ancora troppo oscura, ma anche lottare per porre fine all’aberrazione anacronistica di uno Stato-Caino.

Autore/i
Nessuno Tocchi Caino − Lega internazionale di cittadini e parlamentari in lotta per l’abolizione della pena di morte nel mondo. L'associazione non ha fine di lucro, è stata fondata a Bruxelles nel 1993, ed è tra i soggetti costituenti del Partito Radicale Transnazionale Transpartito.

Note
Prefazione di Boni Yaya, Presidente dells Repubblica del Benin.
Introduzione di Elisabetta Zamparutti, tesoriere di Nessuno tocchi Caino, già deputata Radicale al Parlamento italiano,
Esegesi della Genesi di Padre Guido Bertagna.
Storia di Ben Crair.

Ricerca